Eccoci qui a parlare di Condense e Muffe gli alieni da eliminare definitivamente da casa nostra!!!!!

Come di consueto il mio semplice stile di vita mi impone di sviscerare la materia nella maniera più semplice possibile al fine di arrivare al punto evitando tutti i tecnicismi che spesso offuscano la mente….

2 + 12 =

Avete muffe in angoli del vostro appartamento? Vedete i primi sintomi delle muffe? Fermatele finche siete in tempo!!!! Non riducete la vostra casa come nella fotografia di sotto…. sarà poi troppo tardi per correre ai ripari con una spesa modesta se non lo fate da subito!!!

Dovete sapere che se appare la muffa in un angolo di casa è bene eliminarla da subito perché quel punto iniziale potrebbe presto diventare una “centrale di spargimento” di un’eccessiva quantità di spore nell’aria e le stesse, ovviamente presenti in quantità limitata nell’aria che respiriamo in percentuale accettabile, si propagheranno copiosamente presto per tutta la vostra casa per mezzo della circolazione dell’aria (naturale e forzata) occupando con successo ogni “avamposto” disponibile…. vie respiratorie comprese… e questo non fa bene al vostro appartamento (strutture, arredi, vestiario ecc..) ed al vostro stato di salute.

Dunque quali sono i passi da fare? Solitamente la muffa si forma in basso ed anche in alto negli appartamenti che sono situati al piano terreno o seminterrato mentre di solito in alto per tutti gli appartamenti situati ai piani oltre il piano terra o primo.

I luoghi in cui si originano le muffe sono quelli dove si forma dapprima una condensa… spesso in camere da letto, cucine e/o bagni o dove si soggiorna molto senza arieggiare spesso l’appartamento.

Solitamente è richiesto un certo numero di ricambi orari del volume di aria contenuto nel vostro appartamento ovviamente questo non è possibile specie in vostra assenza o di notte quando per ovvie ragioni non è certamente bello svegliarsi e spalancare le finestre di tutta casa per un certo numero di volte ..sia d’inverno che di estate…non è possibile…. o volete provarci? Ma non è questo il solo compito che dovremmo svolgere per risolvere la problematica….

Volete capire come si forma la condensa dentro la vostra casa e da cosa dipende?

Si ho studiato tanto…tanto… divorato libri di “cibernetica”, e anche quelli veri di fisica tecnica, impianti ed igiene ambientale….. alla fine della fiera il concetto sulla formazione delle condense e delle muffe è sempre sembrato astratto e scollegato dalla mia vita reale…si insomma sola teoria..…e invece un giorno ho capito molto semplicemente come funziona il meccanismo nei nostri appartamenti…

Ecco cosa mi è accaduto…

Ero a pranzo con degli amici in un posto all’aperto non troppo assolato con una bella tavola imbandita e dopo un abbondante antipasto in attesa del primo e dopo aver sopito i tremendi morsi della fame… guardo una bottiglia di acqua minerale che era sul tavolo che non era più piena perché ne avevamo versato un po’ nei bicchieri dei commensali….. cosa c’è di strano? Nessuna visione mistica tranquilli…. ancora non avevo bevuto troppo vino….

La bottiglia era chiusa con il suo tappo e le pareti interne della stessa dal livello dell’acqua contenuta in su fino al tappo ….. si non ho visto male……erano piene di condensa!!!….

Ecco adesso finalmente è tutto chiaro!!!!

Eureka!!!

Risolto il caso ……. tappo che non scambia aria con l’esterno (nella vostra casa sono gli infissi a tenuta a taglio termico ecc..), tanta aria umida che condensa a contatto con le pareti che nella bottiglia è liberata dall’acqua contenuta all’interno che passa dallo stato liquido al gassoso per effetto della evaporazione (nella vostra casa l’attività umana genera naturalmente vapore anche solo dormire o essere in movimento se poi pensiamo al cucinare o fare delle docce o addirittura un bel bagno caldo in inverno con le finestre chiuse siamo fritti!!)…

Allora cosa è successo alla nostra bottiglia …casa?

Succede che l’aria interna troppo umida condensa sulle pareti della stessa…. in casa poi cresce e prolifera piano piano diventando muffa colonizzando poi tutti gli ambienti che inizialmente erano poco favorevoli allo sviluppo della stessa per mezzo della propagazione aerea.

La condensa descritta in parole rapide e semplici si forma per i seguenti fattori più o meno ben miscelati come un cocktail …. (cin cin !!! alla salute della muffa!!) :

  • eccessiva umidità relativa dell’aria contenuta nell’ambiente bottiglia (e nella vostra casa)…si l’aria arriva a contenere facilmente troppo vapore acqueo diventando quindi troppo umida (la percentuale di umidità relativa sale troppo e spesso e supera probabilmente ed abbondantemente il 55-60% arrivando anche al generoso 90%);
  • eccessiva differenza di pressione atmosferica tra interno ed esterno della bottiglia che è ben chiusa (come la vostra casa dotata di quei bellissimi serramenti a tagli termico in pvc, alluminio o altro materiale super tappante!!!) che, a causa del calore che scalda l’aria interna, va ad aumentare la pressione della stessa rispetto a quella esterna … si perché sappiamo bene che il caldo dilata tutto…. aria, liquidi, e materiali….questo fa si che l’aria interna troppo umida venga “spinta” sulle pareti esterne della bottiglia (pareti esterne della vostra casa) depositando un generoso strato di condensa nelle parti di contatto con l’esterno a maggiore trasmittanza termica (un tecnicismo consentitemelo per favore);
  • temperatura interna troppo elevata nei mesi freddi rispetto a quella esterna e questo genera il fenomeno appena descritto sopra;
  • tipologia materiale della bottiglia (nella vostra casa tipologia di parete esterna)…. per esempio aprendo un buon thermos quando siete al mare…. se è un buon prodotto e se non è totalmente pieno le pareti internamente sono asciutte … questo dovrebbe dirla lunga sulla temperature e sulla qualità delle pareti che separano gli ambienti interno ed esterno giusto?

Ma se in estate tolgo una bottiglia dal frigo e la porto in tavola “si bagna” esternamente dopo poco tempo….. si accumula uno strano di condensa su tutta la fredda bottiglia… cosa è successo in questo caso? Beh questo è lo stesso fenomeno ad effetto inverso e quindi in quel caso la condensa si forma fuori dal contenitore e non internamente …poi la bottiglia si scalda e il fenomeno si inverte….

Era per rispondere alle mie domande del piccolo fisico che c’è in me…

Detto quanto sopra adesso possiamo certamente capire cosa succede quando nel nostro appartamento vediamo muffe negli angoli di casa….. Si possono formare per tutti questi svariati motivi… quello che dobbiamo fare è agire come farebbe un buon dottore: una buona diagnosi ed una corretta prognosi mirata alla risoluzione definitiva del problema.

Inutile correre ai ripari provvisori !!!

Mi spiego meglio. Se avete un forte mal di testa non andate certamente dal medico forse vi limitate a resistere in attesa che passi oppure assumete un medicinale da banco…. ma se il mal di testa torna…beh forse ne prendete un altro…. ma se torna di nuovo?

Tutti sanno che in questo caso bisognerebbe farsi visitare dal proprio medico di fiducia….e questo bravo medico non si limiterà a dirvi di assumere tre confezioni di medicinale ma farà una diagnosi del problema anche con analisi specialistiche da lui prescritte, emetterà una sua prognosi e solo dopo vi darà una cura che, nella maggior parte dei casi, sarà definitiva e risolutiva del vostro maledetto mal di testa….

Con il fenomeno della muffa in casa succede esattamente la stessa cosa !!

Di solito quando si vede la muffa in casa si corre dal ferramenta a prendere uno specifico prodotto… bravi perfetto… non aspettate tempo … infatti è la cosa giusta da fare nell’immediato al fine di evitare l’immediata propagazione della muffa negli altri ambienti…fatto ??

Allora continuate a leggere…. purtroppo la muffa spesso torna e, come con le pasticche del mal di testa, spesso non si riesce a risolvere….

Allora eccoci noi di rileva perdite…pronti ad intervenire ..

Cosa facciamo?

Beh a questo punto sembra semplice no?

Faremo come farebbe un bravo dottore con il suo povero paziente malato….

  • prima di tutto effettueremo una diagnosi corretta ed accurata e lo faremo tramite l’utilizzo delle nostre strumentazioni avanzate come per esempio utilizzando la termografia (ma non solo) e la nostra esperienza;
  • dati delle analisi alla mano (proprio come farebbe un bravo medico) redigeremo una prognosi accurata del problema fino a capire chiaramente le cause della comparsa della maledetta muffa nella vostra casa;
  • solo a questo punto e non prima saremo in grado di proporvi l’unica soluzione corretta e definitiva al problema della muffa rendendo finalmente la vostra casa salubre da respirare e da vedere!!

A nostro avviso tutti gli altri rimedi non possono avere efficacia certa e duratura…. spesso siamo arrivati in appartamenti dove erano già stati spesi dei soldi inutilmente ed il proprietario era deluso e poco fiducioso nei nostri confronti … ma si è affidato alla nostra professionalità e alla fine ha risolto il suo problema dandoci e dandosi una bella …come si dice?…ah si ”una bella pacca sulla spalla” in maniera soddisfatta del lavoro che abbiamo fatto.

Allora… se avete un problema chiamateci vi faremo un preventivo gratuito e statene certi comunque vada sarà un bene per voi!!!!